Fortezza del Vino 2019

Il 5 maggio 2019 a Verrua Savoia è programmata la IV edizione della Fortezza del Vino.

Un evento dedicato ai vini naturali e biodiversi.

Critical wine & bio-diversità vuole promuovere un atteggiamento che condividono molti produttori artigiani di rispetto per il lavoro contadino, di attenzione alla pianta coltivata e alla varietà di forme di vita del suolo, della flora e della fauna che l’accompagnano e costituiscono il carattere unico di ogni produzione, il substrato su cui si sviluppa la fertilità della coltivazione, l’adattamento al suo ambiente e la fragranza dei sapori del frutto e del vino derivato.
Il tema specifico di quest’anno è “Il paesaggio del vino” che fa riferimento al connubio virtuoso che si genera tra chi coltiva ed è attento alla tutela e alla valorizzazione delle forme di vita presenti nei territori e chi ha a cuore gli equilibri naturali e l’armonia dei luoghi antropizzati. Questo tema sarà oggetto di un convegno-dibattito tra professionisti esperti, ricercatori, amministratori e viticultori, che avrà inizio alle ore 10 del 5 maggio.

Il tema del convegno

I luoghi del vino non sono solo le sue aree di produzione, ma anche quelli in cui esso è presente perché́ entra concretamente nella vita di ogni giorno delle persone.
Sono qui in giuoco le persone che inseriscono cibi e vini in reti di relazioni umane, storie, esperienze individuali che si traducono in corto-circuiti emotivi che riflettono vini “del territorio” anche se i vigneti di produzione rimangono a qualche chilometro di distanza.
Il “paesaggio” di riferimento è duplice. C’è quello fisico delle vigne, che chiama in causa i fattori biotici ed abiotici dell’ecosistema in cui si collocano. Ma c’è anche un paesaggio mentale che integra il precedente con le persone che abbinano cibi, vini a luoghi lontani a cui riconoscono significati e valori.

I contributi del convegno
  1. Decalogo del connubio virtuoso tra vino e paesaggio redatto da C.A.T.A.P. (Coordinamento delle Associazioni Tecnico-scientifiche per l’Ambiente e il Paesaggio). A cura di Federica Larcher (DISAFA, Università di Torino)
  2. Vitigni e Terroir – A cura di Anna Schneider (CNR, Istituto Protezione Sostenibile delle Piante)
  3. Vini del Po. Un controsenso o una parte dell’anima dei luoghi? – A cura di Sergio Malcevschi (Rete del Manifesto per il Po)
  4. Geodiversità dei paesaggi viti-vinicoli del Piemonte Settentrionale – A cura di Paolo Falletti (ARPA Piemonte)
  5. Geodiversità dei paesaggi viti-vinicoli UNESCO del Basso Monferrato – A cura di Paolo Sassone, Alfredo Frixa, Donata Violanti
  6. Paesaggi terrazzati viticoli nell’ambito dell’Alto Anfiteatro Morenico di Ivrea – A cura di Enrico Pomatto (Associazione Italiana Architettura del Paesaggio)
  7. Biodiversità dei paesaggi viti-vinicoli piemontesi e proposte per una valorizzazione della biodiversità in vigneto – A cura di Enrico Rivella (ARPA Piemonte
Gli espositori

Nella giornata del 5 maggio, a partire dalle 9,30 fino alle ore 18,30, sarà possibile confrontarsi direttamente con i viticultori ed effettuare degustazioni dei prodotti.

La maggior parte degli espositori provengono da territori qualificati della produzione piemontese: il Monferrato astigiano e casalese, le langhe, il tortonese e l’alessandrino, la Val di Susa e il biellese, il novarese ma sarà presente anche un viticultore di Lipari.
Sarà quindi possibile degustare e acquistare vini tradizionali lavorati in modo biodiverso come il barbera, il nebbiolo, il grignolino, la freisa, l’erbaluce o vini prodotti da antiche varietà come il baratuciat, il ruchè, il becuet, lo chatus, la nas-cetta, il timorasso.

Sarà presente anche un centro di servizi per la rigenerazione dei suoli dedicati a culture qualificate e per i trattamenti di depurazione e controllo della biodegradazione.

Informazioni utili

L’evento si svolge alla Fortezza di Verrua Savoia, un luogo di rilevante importanza storica che si colloca in una posizione da cui è possibile spaziare con lo sguardo su colline, risaie, fiume e arco alpino.
Durante l’evento sarà possibile effettuare visite guidate storiche per conoscere le fasi più importanti della storia della fortezza e le ragioni della sua conformazione attuale.
L’ingresso prevede l’acquisto di un biglietto di 10 €, che comprende un bicchiere d’assaggio per i vini degli espositori e 5 € come buono per l’acquisto dei prodotti.
Ampio parcheggio gratuito disponibile.
In caso di pioggia, la manifestazione si svolgerà ugualmente negli spazi interni della Fortezza.

 

Consultazione slide degli interventi

Si allegano qui di seguito le slide del convegno:

 .        .                .         

Enrico Pomatto 1                Enrico Pomatto 2  .                   Enrico Rivella 1.                   Enrico Rivella 2.           

 .        .                .         

Anna Schneider                  Federica LARCHER                  Malcevschi_CataP               Paolo Falletti

 

Paolo Sassone – Alfredo Frixia – Donata Violanti